FREE FLOW

UN VIAGGIO NEL VUOTO…. ASCOLTO DEL Sè  ….CAMPO QUANTICO…..PUNTO ZERO

ESPERIENZA FREE FLOW

All’inizio della seduta ho avvertito da lei una forte aura d’energia che allo stesso tempo attraeva e respingeva la mia. Per interagire meglio con essa ho sentito di doverla bilanciare ed ho iniziato a visualizzare me stesso con figure maschili virili, mi vedevo talvolta come un protettore, un condottiero, ero infine come la statua del David di Michelangelo… il mio corpo sembrava realmente fatto di marmo e sostenevo un respiro corto, quasi assente.
Una volta capito di aver raggiunto un certo bilanciamento mi sono lasciato andare e le immagini della mente sono diventate fluide come l’acqua. La statua di marmo quale mi vedevo si è visualizzata davanti a me ed insieme a una figura femminile si sono trasmutate in una moltitudine di esseri dai caratteri maschili e femminili. Erano madri, padri, bambini, amanti e traditori che all’infinito giocavano ruoli diversi nella vita davanti a l’un l’altro… le due forze sono diventate fiumi che si contorcevano tra loro come a formare spirali concatenate, le immagini hanno perso poi la loro forma definita di persone… erano talvolta una catena di DNA… tanti atomi che danzavano assieme ed infine solo tanti piccoli + IT .

Alla momento del distacco sono riuscito a vedere i due emisferi all’interno del mio cranio e ho percepito la parte destra e sinistra del mio corpo come distinte, la sinistra era più fluida ed eterea mentre la destra rigida come il tronco di una quercia, tant’è che ho fatto fatica a rimuovere il braccio destro (per quasi tutta l’esperienza è rimasto sollevato come fosse ingessato).
Durante il ritorno a casa ho sentito la mia testa e il mio corpo ancora molto pesanti, nel letto la mia mano destra si è mossa da sola in modo indipendente dalla mia volontà. Ho percepito poi molto chiaramente il suo volto e quello di […] come se foste ancora con me, inoltre subito dopo per un attimo ho visto una lastra bianca con sopra degli oggetti bianchissimi, un cubo, una sfera e una testa di cavallo.

Nei giorni successivi il mio terzo occhio è stato molto vigile e ho avuto modo di percepire una stella con la coda nel cielo notturno, ondulazioni nell’ambiente circostante, cariche elettrostatiche intorno alla mia testa e il materializzarsi di piccolissime scintille danzanti intorno a un bambino e in alcuni oggetti.

 

4 thoughts on “FREE FLOW

  1. Per tutta la durata di questo Free Flow il mio corpo è rimasto più aperto e fluido rispetto al precedente. Inizialmente ho notato immagini simili a quello già vissuto giorni prima, la sensazione di dover bilanciare qualcosa in me riguardo una mia nuova natura consapevole per far sì che si manifesti alla realtà sociale. Meno presenti le sensazioni di rigidità e pesantezza, ho sentito comunque spesso delle ondate di energia tra me e Akasha che si sono sviluppate tra la mia testa e la sua. Il mio capo ondulava quasi sempre leggermente da sinistra a destra e a volte dal basso in alto, in concomitanza di immagini visuali di uomini che vivono allo stato di natura (dalla mia parte sinistra) e in accezione moderna (dalla mia parte destra) portando alla luce alcuni dilemmi di cui avevo parlato con Akasha prima della seduta. Le ondulazioni mi sono arrivate quasi come un metodo per rimescolare in me questi due concetti, o se vogliamo il divenire in una natura più vera con il mondo e di tentare di scacciare convenzioni, dubbi e resistenze che permangono ancora nella mia vecchia ‘programmazione’. Ciò mi ha portato alla fine della seduta e anche nei giorni seguenti ad alcuni dolori della muscolatura tra gli occhi, lo sterno e il braccio, tutti dalla parte sinistra.
    Il messaggio verbale che ho ricevuto dopo le immagini riguarda un non ben definito ‘Atto dimostrativo’ da compiere che può essere interpretato forse come un atto di fiducia, oppure di fede per poter arrivare a mostrare che io so di poter abbracciare il mondo nella sua totalità e che però potrebbe essere visto come un atto di disobbedienza da chi non sa di essere in Matrix.
    Ovviamente è una strada tutta da scoprire anche se ne conosco già la direzione grazie ai segni che mi sono arrivati durante il cammino… qualunque essa sia dovrò essere pronto ad accettarne le difficoltà. Piccoli passi per aprire gli occhi del prossimo a nuove porte, come i piccoli semi che in un sogno fatto il giorno dopo questa seduta venivano donati a me e ad altre persone, erano da tenere in bocca per assaporarne l’essenza per cambiare la frequenza del proprio corpo. Poi dovevano essere risputati e lasciati a terra per non bloccare il fluire della vita.

  2. E’ un anno ormai che conosco Akasha e in questo anno la mia vita è cambiata. Lei mi h indicato la strada e per questo la ringrazierò sempre. Dopo la prima seduta mi si è apeta un’altra visione delle cose, un’altro essere me stesso e molte delle sensazione di alieniazione che avevo nella vita di tutti i giorni hanno cominciato ad avere una risposta. Per tutto questo tempo ho continuato il percorso lavorando da me oltre che con lei seguendo le indicazioni che mi ha datoe cercando di “connettermi” ogni giorno. Ho passato più fasi. Dopo la prima seduta potevo sentire l’energia di ogni ocsa, alberi, piante, mare, cielo, terra insoma tutto. Tutto mi sembrava ovattato e rallentato. Di notte ho visitao lo psazio, ho visot persone e cose che non sono di questa dimensione, ho fatto veri e propri viaggi. La mattina mi svegliavo che mi sembrava di aver vissuto 10 anni in una notte, ero esausto. Nel farttempo il giorno la sensazione di connessione non era però più così forte come subito dopo la seduta,a nche se era sempre presente. Poi sono iniziati i doloretti fisici vari e durante gli esercizi di conessione che facevoe faccio ancora prima di dormire il mio corpe si trsaforam, ho la sensazioen che si espanada oltre il letto. che la schiena mi si apra e che il petto si riempia di pura energia, e poi mi sento legger leggero come se potessi staccarmi da un secondo all’altro dal letto, e poi tutt’un tratto il corpo no esiste più. Questo accade ancora, Poi c’è stata la fase nella quale di notte “sognavo” vita reale. A volte nonsapevo se certe cose erano successe favvero o le avevp sognateda come erano reali nella mia testa al mio risveglio, Ad esempio se vevo sognato di mandare un sms, la mattina dovevo guardare il telfono per spaere se era vero o no. In questi sogni mi ricordo di aver risolto un sacco di cose. Il giorno ero fiacco e stanco, avrei dornito a giorni interi, nonostante io sia un super sportivo. POi adesso sono in una fase in cui la notte è il buoi totale. mi sveglio la mattina riposatissimo, ìma senza il ricordo di nulla, nemmeno un piccolo particolare. Fisicamnete dopo aver avuto mille dolori, adesso sono in formissima, riesco a fare così tanto sport che mai prima avevo fatto. Ma la cosa più bella che mi cpaita e che riesco a connetterni in qualsiasi momento e sntire l’enerfia di tutto ogni volta che voglio. A tratti mi sembra di vedere me stesso e il mondo da fuoir. Tuuto è calma e pace…è una sensazione stupenda. Ad esmppio se vado a correre nela parco e faccio stretching, e mi rilasso sento l’energia deglia alberi del lagio sembra che il cielo mi voglia risucchiare, sento il terreno chemanda energia,a volte sono il cielo, l’acqua insomma sono il tutto. Questi è stupendo. Grazie Akasha e fate il vostro percorso senza porvi troppe domande…..godetevi la vea esistenza!! Scusate se ci sono degli errori di battitura ma l’ho scritto di getto e col cuore!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...